L’art. 1, c. 121 della L. n. 234/2021 di Bilancio 2022 prevede, in via eccezionale, per i rapporti di lavoro dipendente (con esclusione dei rapporti di lavoro domestico) il riconoscimento di un esonero sulla quota dei contributi previdenziali IVS a carico del lavoratore di 0,8 punti percentuali. Tale esonero è riconosciuto per i periodi di paga dal 1° gennaio 2022 al 31 dicembre 2022, a condizione che la retribuzione imponibile, parametrata su base mensile per tredici mensilità, non ecceda l'importo mensile di 2.692 euro, maggiorato, per la competenza del mese di dicembre, del rateo di tredicesima. Resta ferma l'aliquota di computo delle prestazioni pensionistiche. Su tale argomento l’Inps non ha ancora fornito istruzioni operative.